Fondo vittime della strada

Fondo vittime della strada: a cosa serve

Vuoi fare richiesta di risarcimento al Fondo vittime della strada ma hai bisogno di assistenza?

Affidandoti al nostro team di avvocati esperti in materia ricevi il supporto legale necessario ad ottenere ciò che ti spetta.

 

 

Come funziona il Fondo vittime della strada

Il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada (FGVS), gestito da Consap, è stato creato per risarcire i danni derivanti da incidenti stradali causati principalmente da veicoli non identificati, non assicurati, in circolazione contro la volontà del proprietario o assicurati presso imprese in liquidazione coatta.

Le imprese assicurative designate dall’IVASS sono responsabili della gestione delle pratiche e della liquidazione dei danni.

 

Quando interviene

Il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada (FGVS) interviene per risarcire danni derivanti da incidenti stradali in sei specifiche situazioni:

  • Veicolo non identificato: Risarcisce solo i danni alla persona. I danni alle cose sono coperti solo se ci sono gravi danni alla persona e superano i 500 euro.
  • Veicolo non assicurato: Risarcisce sia i danni alla persona sia quelli alle cose.
  • Impresa in liquidazione coatta: Risarcisce danni alla persona e alle cose se il veicolo è assicurato presso un’impresa in stato di liquidazione coatta
  • Veicolo in circolazione contro la volontà del proprietario: Copre i danni alla persona e alle cose, limitatamente ai terzi non trasportati e a chi è trasportato contro la propria volontà o inconsapevole della circolazione illegale
  • Veicolo importato: Copre danni alla persona e alle cose se il veicolo, spedito da un paese UE o SEE, è coinvolto in un incidente entro 30 giorni dall’accettazione della consegna e risulta non assicurato
  • Veicolo con targa estera non corrispondente: Risarcisce danni alla persona e alle cose se il veicolo ha una targa non corrispondente al veicolo stesso

I danni sono risarciti da un’assicurazione designata dalla Consap, che viene poi rimborsata dal Fondo.

Nonostante ciò, la burocrazia può risultare complessa e se dovessi avere necessità di assistenza legale, puoi affidarti a noi.

 

La nostra assistenza per ottenere il risarcimento

Siamo consapevoli delle difficoltà che puoi incontrare nell’affermare i tuoi diritti, motivo per cui ci impegniamo ad ascoltarti attentamente e comprendere appieno le tue esigenze.

Il nostro obiettivo è alleviare le tue preoccupazioni, offrendoti il supporto di avvocati esperti nel settore degli incidenti stradali.

Grazie alla loro esperienza e dedizione, ti garantiranno che tu riceva il massimo risarcimento possibile.

Ti forniremo aggiornamenti costanti sull’avanzamento della tua pratica e lavoreremo con determinazione per tutelare i tuoi interessi.

Leggi su Trustpilot le esperienze di chi prima di te si è fidato di noi per soddisfare le tue stesse esigenze.

 

INVIA LA TUA SEGNALAZIONE

                 


Quanto costa il Fondo?

Il Fondo è finanziato da un contributo obbligatorio, calcolato sul premio imponibile, che viene pagato dagli assicurati per la responsabilità civile auto al momento della stipula della polizza.

La compagnia assicurativa raccoglie questo contributo e lo versa al Fondo. L’ammontare del contributo a carico degli assicurati è stabilito annualmente dal comitato di gestione del Fondo, con un limite massimo del 4% del premio imponibile.

 

Il Fondo vittime della strada risarcisce anche i sinistri all’estero?

Il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada risarcisce anche i danni derivanti da incidenti avvenuti in un altro Stato membro dell’UE o dello Spazio Economico Europeo (SEE), se causati da veicoli immatricolati in quel Paese ma assicurati presso un’impresa con sede legale in Italia.

Questo vale se l’impresa opera in tale Stato in regime di stabilimento o di libertà di prestazione di servizi e si trova in stato di liquidazione coatta al momento del sinistro o vi viene posta successivamente.

 

Come richiedere il risarcimento?

Il Fondo di Garanzia non agisce direttamente, ma si avvale delle compagnie assicurative individuate da Ivass (tramite il provvedimento n. 32 del 19 maggio 2015, applicato dal 1° luglio 2015), scelte in base alla regione in cui si verifica l’incidente.

Queste compagnie gestiscono le richieste di risarcimento come se l’incidente fosse stato causato da uno dei loro assicurati, anche nei casi in cui il veicolo responsabile non sia identificato.

Per inoltrare una richiesta di risarcimento, è necessario identificare la compagnia assicurativa appropriata dall’elenco delle compagnie designate.

La richiesta di risarcimento deve essere inviata anche in copia a Consap, che amministra il Fondo.

E se vuoi procedere con l’assistenza di legale esperti in materia, ti basterà contattarci.

 

Procedura di risarcimento

Dopo aver ricevuto la richiesta di risarcimento, la compagnia assicurativa designata deve effettuare le necessarie verifiche e mandare un perito per valutare il sinistro.

Se le indagini confermano che il sinistro è stato causato da un veicolo non identificato, interverrà il Fondo di Garanzia per il risarcimento.

Entro 60 giorni dalla ricezione della richiesta e della relativa documentazione, la compagnia deve proporre un risarcimento oppure spiegare perché non può formulare tale proposta, nel caso in cui le verifiche non siano conclusive.

Se la documentazione fornita risulta incompleta, la compagnia ha 30 giorni per informare il richiedente; i termini per la proposta di risarcimento rimangono in sospeso fino al completamento della documentazione necessaria.

Qualora sia possibile identificare il responsabile del sinistro, il Fondo di Garanzia ha la facoltà di esercitare il diritto di rivalsa per recuperare l’importo del risarcimento erogato al danneggiato.

 

 

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *