Fatture Tim dopo disdetta

Tim continua a mandare fatture dopo la disdetta: cosa fare

Ricevi fatture da Tim Telecom dopo la disdetta e non sai come risolvere il problema?

Il nostro team di avvocati esperti  può offrirti supporto legale gratuito necessario per contestare queste richieste di pagamento o recuperare i soldi ingiustamente prelevati dal tuo conto.

 

 

Fatture TIM emesse dopo disdetta

Solitamente, la disdetta del servizio TIM diventa effettiva circa un mese dopo aver inviato la richiesta.

Se invii la disdetta alla Telecom poco prima della scadenza del pagamento è probabile che riceverai due fatture:

  • la prima sarà una fattura regolare, non tenendo conto della disdetta
  • la seconda, invece, sarà la fattura finale che chiude tutti gli eventuali conti in sospeso

Quando arrivano queste bollette è utile stare attenti all’inserimento di eventuali penali che potrebbero non essere legittime.

Se infatti, trovi voci come “corrispettivo per cessazione linea telefonica” o “costi di recesso”, contattaci per ottenere un rimborso se sono stati già addebitati, oppure per evitare di pagarli.

 

Tim continua a mandare bollette dopo più di un mese dalla disdetta?

Se dopo aver inviato la disdetta a Tim Telecom continuano ad arrivarti fatture anche oltre il mese, si tratta di un errore che va immediatamente affrontato.

Ecco cosa possiamo fare per aiutarti:

  • inviare una lettera di contestazione a Tim – Telecom, specificando che non dovresti ricevere ulteriori fatture post-disdetta e chiedendo una rettifica immediata della situazione
  • richiedere esplicitamente che cessi l’invio di ulteriori fatture in futuro, poiché la tua disdetta è già stata processata

Affrontare prontamente queste situazioni è fondamentale per evitare addebiti ingiustificati e complicazioni future con l’azienda.

 

La nostra assistenza gratuita

Giorno dopo giorno, numerosi utenti si trovano a dover affrontare situazioni fastidiose con Tim.

Spesso, infatti si scontrano invano con tentativi di contattare Tim attraverso il call center, inviando email per segnalare dei problemi e senza ricevere risposta.

In questi casi, ti basta raccontarci cosa ti è successo e ti aiuteremo noi a risolvere il problema.

Siamo un team di avvocati specializzati nel settore delle telecomunicazioni e ti terremo informato sull’andamento della pratica fino alla risoluzione del problema.

Ti offriamo un servizio gratuito perché il nostro onorario lo faremo pagare alla compagnia telefonica.

Inoltre su Trustpilot  puoi trovare le esperienze di chi prima di te si è fidato di noi per soddisfare le tue stesse esigenze.

Non lasciare che l’ingiustizia ti privi dei tuoi diritti.

 

INVIA LA TUA SEGNALAZIONE


Chiedere il Rimborso dell’Addebito Diretto

Se hai ricevuto fatture dopo aver disdetto il servizio e queste sono state pagate tramite addebito diretto sul tuo conto bancario in modo ingiustificato, c’è un modo per recuperare rapidamente i tuoi fondi.

Devi contattare immediatamente la tua banca e richiedere la revoca dell’addebito diretto. Se i soldi sono già stati prelevati in questo modo, hai il diritto di richiedere un rimborso alla tua banca.

Secondo la legge, la banca è tenuta ad annullare la transazione e a restituirti i soldi entro 24 ore se la richiesta viene effettuata entro 8 settimane dall’addebito.

Tuttavia, è importante notare che Tim verrà informata di questa azione e potrebbe continuare a richiedere il pagamento delle fatture attraverso lettere, telefonate o tramite un’agenzia di recupero crediti se la questione si protrae nel tempo.

Pertanto, anche se riesci a recuperare i tuoi soldi attraverso questo processo, ti consigliamo vivamente di contattarci per evitare che Tim ti richieda nuovamente il pagamento delle fatture.

 

Come contestare le bollette Telecom dopo disdetta?

Ecco come puoi contestare le bollette di Telecom dopo aver disdetto il servizio in modo autonomo:

  • Contatta Tim tramite telefono: Puoi metterti in contatto con l’operatore chiamando i seguenti numeri:
    • 187: Gratuito e attivo 24 ore su 24, per assistenza sulla linea fissa
    • 119: Gratuito e attivo 24 ore su 24, per assistenza sulla linea mobile
    • +390285951 o +390636881 se chiami dall’estero (verrai indirizzato al servizio 187)
    • +393399119 se chiami dall’estero (verrai indirizzato al servizio 119)
    • 335 123 7272: Servizio WhatsApp.

Ricorda che questi call center sono gratuiti nei Paesi europei, mentre possono essere a pagamento nel resto del mondo. Il servizio è disponibile 24 ore su 24.

 

Contestazione bolletta Tim dopo disdetta a mezzo PEC

Per contestare una bolletta Tim dopo aver disdetto il servizio, l’utilizzo della Posta Elettronica Certificata (PEC) rappresenta uno dei metodi più affidabili ed efficaci.

Puoi inviare il reclamo a Tim tramite PEC ai seguenti indirizzi:

(poiché al momento il gestore non fornisce alternative ufficiali).

L’utilizzo della PEC offre diversi vantaggi:

  • Ha valore legale, come stabilito dalla normativa (R. 11/2/2005, n. 68)
  • È obbligatoria per tutte le società, professionisti e pubbliche amministrazioni, come previsto dalla legge n. 2 del 28/01/2009
  • Consente di ricevere in tempo reale le ricevute di accettazione e consegna, a differenza della raccomandata con ricevuta di ritorno.

 

Come contestare una fattura Tim dopo disdetta per fax

Per contestare una fattura Tim dopo aver disdetto il servizio, ci sono diversi metodi disponibili:

  • Contestazione via fax: Nonostante l’evoluzione delle tecnologie abbia ridotto l’uso del fax come strumento di comunicazione ufficiale, Tim continua ad accettarlo. Puoi inviare la tua contestazione via fax ai seguenti numeri:
    • 800 000 187: Per i clienti privati della linea fissa.
    • 800 600 119: Per i clienti privati della linea mobile.
    • 800 000 191: Per i clienti business.
  • Contestazione tramite Raccomandata con Ricevuta di Ritorno: Se hai ricevuto una fattura dopo aver disdetto il servizio, inviare un reclamo tramite Raccomandata con Ricevuta di Ritorno è una scelta sensata. Questo metodo fornisce una prova certa dell’invio e della ricezione della tua lamentela, consentendo una ricostruzione ordinata e precisa dei fatti. Puoi inviare la tua contestazione all’ufficio reclami Tim all’indirizzo:
    • Telecom Italia S.p.A. – Servizio Assistenza Clienti – Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (RM) – per i clienti con utenze fisse.
    • Tim Servizio Clienti – Casella Postale 555 – 00054 Fiumicino (RM) – per i clienti privati della linea mobile.
    • Telecom Italia S.p.A. – Servizio Clienti Business – Casella Postale 456 – 00054 Fiumicino (RM) – per tutti i clienti business.

 

 

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *