Risarcimento danni sbalzo corrente Enel

Risarcimento danni sbalzo corrente Enel: come richiederlo

Hai subito danni a causa di uno sbalzo di corrente ma Enel non ti ha risarcito?

Affidandoti al nostro team di avvocati esperti in materia ricevi il supporto legale per ottenere ciò che ti spetta.

 

 

Spetta il risarcimento per i danni da sbalzo di tensione?

Secondo una sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, gli utenti che subiscono danni a causa di sovratensioni elettriche provocate dal gestore hanno diritto a un risarcimento.

La Corte, con questa pronuncia, ha stabilito che il gestore elettrico è equiparabile a un produttore, rendendo applicabile la direttiva 85/374 sulla responsabilità del produttore per danni da prodotti difettosi.

Ciò significa che, poiché l’elettricità è considerata un prodotto, il gestore che la distribuisce assume il ruolo di produttore e, di conseguenza, è responsabile dei disservizi.

 

Come richiedere il risarcimento per sbalzi di corrente

Se un’interruzione della corrente seguita da un picco di energia ha danneggiato i tuoi dispositivi elettronici, per richiedere il risarcimento per i danni che hai subito ci occuperemo di:

  • presentare reclamo al gestore, che dovrà rispondere entro 40 giorni dalla ricezione della richiesta
  • se il gestore rifiuta la responsabilità, agiremo con attraverso un processo di conciliazione

Se anche la conciliazione non dovesse produrre un risultato soddisfacente, non preoccuparti.

Possiamo intraprendere un’azione legale contro il gestore per ottenere ciò che ti spetta.

 

La nostra assistenza

Sertic nasce con lo scopo di capire, ascoltare e risolvere i problemi che ogni giorno interrompono la serenità di cittadini.

Mettiamo a tua disposizione un supporto di alto livello grazie all’intervento di avvocati esperti in materia, che ti terranno costantemente informato sull’evoluzione della tua pratica.

Ci occuperemo di valutare la tua documentazione e farti ottenere il rimborso o il risarcimento che ti spetta per i danni subiti.

Leggi le testimonianze su Trustpilot di coloro che hanno già scelto di affidarsi a noi per soddisfare le tue stesse necessità.

Non lasciare che l’ingiustizia ti privi dei tuoi diritti.

 

INVIA LA TUA SEGNALAZIONE


 

Cos’è il risarcimento automatico per sbalzi di corrente elettrica?

L’Autorità per l’Energia Elettrica ha introdotto un sistema di risarcimento automatico per danni causati dall’interruzione del servizio elettrico.

Questo sistema prevede due situazioni: una in cui l’interruzione è programmata e comunicata anticipatamente, e un’altra in cui si verifica improvvisamente a causa di un guasto.

Nel caso di interruzioni improvvise, esistono tempi massimi per il ripristino del servizio:

  • Clienti in Bassa Tensione:
    • Zone con oltre 50.000 abitanti: massimo 8 ore
    • Zone con 5.000-50.000 abitanti: massimo 12 ore
    • Zone con meno di 5.000 abitanti: massimo 12 ore
  • Clienti in Media Tensione:
    • Zone con oltre 50.000 abitanti: massimo 4 ore
    • Zone con 5.000-50.000 abitanti: massimo 6 ore
    • Zone con meno di 5.000 abitanti: massimo 6 ore

Se il servizio non viene ripristinato entro questi limiti, il cliente riceve automaticamente un risarcimento sulla bolletta.

 

Qual è l’importo del risarcimento per sbalzo di tensione?

Il risarcimento automatico per danni da sbalzi di corrente è calcolato come segue:

  • Clienti con consumo fino a 6 kW: Riceveranno €30,00. L’importo aumenta di €15,00 ogni 4 ore di ritardo aggiuntivo, fino a un massimo di €300,00.
  • Clienti con consumo tra 6 kW e 100 kW: Riceveranno €150,00, con un incremento di €75,00 ogni 4 ore di ritardo, fino a un massimo di €1000,00.

Se il risarcimento non viene corrisposto, offriamo assistenza per la tua richiesta.

 

Cosa indicare nel modulo per il risarcimento?

Per redigere un reclamo per danni causati da sbalzi di corrente o sovratensione, è possibile utilizzare il modulo specifico di e-distribuzione. Il modulo deve includere le seguenti sezioni:

  • Dati del Fornitore: Inserire il nome e l’indirizzo del fornitore di energia elettrica (via/piazza, numero civico, CAP, città, provincia) in alto a sinistra.
  • Oggetto della Richiesta: Indicare come oggetto “risarcimento danni da sbalzo di corrente”.
  • Dati del Richiedente: Fornire i dati anagrafici (nome, cognome, luogo e data di nascita), indirizzo di residenza (via/piazza, numero civico, comune, provincia), e i contatti (telefono, fax, e-mail e/o PEC).
  • Servizio e Indirizzo: Specificare il tipo di servizio (es. fornitura di energia elettrica) e l’indirizzo presso cui viene erogato.
  • Numero Cliente: Indicare il numero cliente reperibile sulle bollette.
  • Descrizione degli Eventi: Dopo la dicitura “premesso che” in maiuscolo, descrivere dettagliatamente gli eventi che hanno causato i danni.
  • Richiesta di Risarcimento: Terminare con la richiesta di risarcimento danni, citando l’articolo di legge pertinente  (art. 2043 cod. civ.) e l’importo richiesto. Se l’importo non è ancora determinato, specificare che verrà comunicato successivamente.
  • Firma e Data: Concludere con luogo, data e la firma del richiedente.

Allegare fotocopie di fatture, scontrini o altre documentazioni che comprovano le spese sostenute per riparazioni o acquisti di nuovi apparecchi elettronici.

 

 

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *