Restituzione Modem Tim

Restituzione Modem Tim: come procedere per non pagare penali

Hai restituito il modem Tim ma continui a ricevere fatture che non devi più pagare?

Con il nostro team di avvocati esperti in telefonia puoi ricevere il supporto legale gratuito necessario per risolvere il problema.

 

 

Restituzione del modem Tim: i problemi più diffusi

Quando si effettua una disdetta, un recesso anticipato, per ripensamento, si cambia gestore o avviene il decesso dell’intestatario, il consumatore è tenuto a restituire il modem fornito da Tim Telecom.

Tuttavia, il processo di restituzione non è privo di difficoltà e infatti spesso gli utenti ci segnalano i seguenti problemi:

  • richieste di pagamento nonostante la restituzione del modem
  • addebiti di rate residue per differenze contrattuali
  • richieste di pagamento del modem in un’unica soluzione, spesso presentata come una maxi-rata
  • penali nell’ultima bolletta, presentate sotto diverse voci, dopo recesso o disdetta
  • richieste di pagamento del canone anche dopo la disdetta del contratto.

In alcuni casi, i clienti lamentano anche che la richiesta di restituzione del modem Tim Fibra non viene presa in carico, e continuano a vedersi addebitare somme di denaro.

Se anche tu hai riscontrato problemi di questo tipo, noi possiamo aiutarti a risolverli.

 

Come restituire il modem Tim per le Imprese ?

Quando si tratta di disdire un contratto e restituire il modem per gli utenti business di Telecom Tim, i tempi e le procedure possono variare rispetto agli utenti residenziali.

Per chi utilizza il servizio Tim Impresa Semplice, è importante tenere a mente alcune scadenze e regole precise.

Innanzitutto, la disdetta del servizio deve essere comunicata con un anticipo di almeno 15 giorni rispetto alla data prevista per la disattivazione del servizio stesso.

Una volta inviata la richiesta di disdetta, il modem deve essere restituito entro 30 giorni. Questo periodo è essenziale per evitare ulteriori addebiti.

Se il modem non viene restituito entro questo lasso di tempo, Telecom Tim potrebbe interpretare la mancata restituzione come una volontà di acquisto da parte del cliente, procedendo così ad addebitare il costo del dispositivo.

 

La nostra assistenza gratuita

Giorno dopo giorno, numerosi utenti si trovano a dover affrontare situazioni fastidiose con Tim.

Spesso, infatti si scontrano invano con tentativi di contattare Tim attraverso il call center, inviando email per segnalare dei problemi e senza ricevere risposta.

In questi casi, ti basta raccontarci cosa ti è successo e ti aiuteremo noi a risolvere il problema.

Siamo un team di avvocati specializzati nel settore delle telecomunicazioni e ti terremo informato sull’andamento della pratica fino alla risoluzione del problema.

Ti offriamo un servizio gratuito perché il nostro onorario lo faremo pagare alla compagnia telefonica.

Inoltre su Trustpilot  puoi trovare le esperienze di chi prima di te si è fidato di noi per soddisfare le tue stesse esigenze.

Non lasciare che l’ingiustizia ti privi dei tuoi diritti.

 

INVIA LA TUA SEGNALAZIONE

                                                                                                   


 

Quali sono i contatti per restituire il modem Tim?

Se hai bisogno di restituire il modem Tim, ci sono diversi modi per metterti in contatto con il gestore.

Ecco le opzioni per contattare Tim:

  • Numero di telefono: Chiama il 187, disponibile gratuitamente 24 ore su 24 per le utenze fisse, o il 191, anch’esso gratuito e attivo h24 per i clienti business
  • Area utenti online: Invia un messaggio tramite l’area utenti del sito ufficiale di Tim o attraverso l’app mobile “MyTim”
  • WhatsApp: Manda un messaggio al numero 335 123 7272
  • Social media: Scrivi sulle pagine ufficiali di Tim su Facebook Twitter.

Questi canali di comunicazione sono a disposizione per facilitare la restituzione del modem e risolvere eventuali problemi legati alla disdetta del servizio.

 

Modem Tim non restituito: cosa succede?

Se non restituisci il modem Tim entro 30 giorni dalla disdetta del servizio, o se decidi di tenerlo, la compagnia interpreterà questa scelta come un’intenzione di acquisto.

Di conseguenza, Tim addebiterà il costo del modem secondo queste modalità:

  • 120 € se il modem non viene restituito entro il primo anno dalla cessazione del contratto
  • 80 € se il modem non viene restituito entro il secondo anno
  • 40 € se il modem non viene restituito entro il terzo anno
  • 10 € se il modem non viene restituito dal quarto anno in poi

Questo addebito avviene in base alla durata del tempo trascorso dalla cessazione del contratto e alla mancata restituzione del dispositivo.

 

Quali sono i costi per la spedizione del modem Tim?

Le spese di spedizione per restituire un modem Tim variano tra 10 e 13 €, a seconda del corriere utilizzato, che può essere Poste Italiane o un corriere privato. Questi costi sono interamente a carico dell’utente.

 

Come procedere alla restituzione del modem per disdetta?

Se decidi di concludere il contratto con Tim alla fine dei 24 mesi previsti, è fondamentale comunicare esplicitamente la tua decisione, altrimenti il contratto si rinnoverà automaticamente.

Nel caso in cui il modem sia stato fornito in comodato d’uso, devi restituirlo entro 30 giorni dalla cessazione del servizio. Il modem in comodato è considerato parte integrante del contratto di linea internet, quindi non ci saranno costi aggiuntivi per la sua restituzione.

Se invece hai un contratto di acquisto o noleggio a rate per il modem, la durata della rateizzazione non può superare i 24 mesi. Per le offerte che prevedono una rateizzazione oltre questo periodo, si applicano le seguenti regole:

  • Acquisto: Dopo 24 mesi, il modem diventa di tua proprietà e non dovrai pagare ulteriori rate.
  • Noleggio: Alla fine dei 24 mesi, dovrai restituire il modem senza ulteriori pagamenti.

Qualsiasi rateizzazione che superi i 24 mesi è considerata illegittima, e non sei tenuto a pagare nulla oltre questo termine.

 

In che modo di fa la restituzione modem Tim per recesso anticipato?

Se desideri interrompere il contratto con Tim prima della scadenza, è necessario restituire il modem ricevuto in comodato d’uso o a noleggio. Tuttavia, è importante considerare il motivo del recesso, poiché esistono due situazioni distinte:

  1. Recesso per ragioni personali: Se decidi di interrompere il contratto per motivi personali, dovrai restituire il modem ricevuto in comodato d’uso o a noleggio. Se il modem è stato acquistato o noleggiato a rate, sarai tenuto a continuare a pagare le rate fino alla fine del periodo contrattuale, che può durare al massimo 24 mesi.
  2. Recesso per inadempienza del gestore: In caso di disservizi prolungati, mancato rispetto degli standard contrattuali, o modifiche unilaterali delle condizioni del contratto, puoi recedere senza costi aggiuntivi. In questi casi, hai diritto a:
    • Recedere senza pagare costi di disattivazione.
    • Non pagare i 30 giorni di fatturazione successivi al recesso.
    • Restituire il modem senza dover pagare le rate residue.

Queste condizioni ti tutelano nel caso in cui il servizio fornito non sia all’altezza degli accordi contrattuali, permettendoti di interrompere il contratto senza incorrere in spese aggiuntive.

 

Addebiti Residui del Modem Tim Telecom: cosa sono?

In passato, era comune che, dopo il recesso da un contratto telefonico, la compagnia addebitasse le rate residue del modem Tim per colmare la differenza contrattuale. Questo succedeva perché la compagnia spesso offriva un contratto di 24 mesi per la linea voce e/o internet, abbinato a un contratto di acquisto del modem di 48 mesi, con ben 48 rate.

Pertanto, quando un cliente rescindeva il contratto telefonico prima dei 48 mesi, la compagnia richiedeva il pagamento delle rate rimanenti del modem. Oggi, grazie all’introduzione del limite massimo di 24 mesi per la durata dei contratti telefonici, queste pratiche scorrette sono meno comuni. Nessun contratto telefonico può superare i 24 mesi di durata, a meno che non venga rinnovato. Questa regola si applica a tutti i contratti legati alle offerte telefoniche, compresi quelli per l’acquisto o il noleggio di modem, decoder e altri dispositivi.

Se ritieni di aver ricevuto addebiti illegittimi per rateazioni, contattaci. Valuteremo il tuo caso e ti assisteremo nel recuperare eventuali somme indebitamente pagate per le rate del modem.

 

 

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *